Mi trovo a sud di nessun nord, sono invisibile, trasparente, evanescente.
Io sono quella persona per cui nessuno si volta.
Io sono quella che nella corriera si siede in fondo con la musica altissima per paura che qualcuno le rivolga la parola.
Sono quella che alle feste sta in disparte.
Sono quella che nella rubrica conta pochi numeri.
Sono quella che aspetta messaggi fantasma.
Sono quella che il sabato sera si riempie di parole, di libri, di fantasia, di immaginazione.
Sono quella che ride invece di parlare, perchè le parole le si incastrano in gola.
La conoscete tutti una così, c'è sempre una persona del genere in ogni compagnia, in ogni gruppo di amicizia. Se scompare neanche te ne accorgi.
Io sono tutte loro e nessuna di loro. Io sono INVISIBILE e abito A SUD DI NESSUN NORD.

"A molti la mia generazione pare indolente e anonima, se non addirittura persa e senza futuro, persone su cui non vale la pena di investire, perché non abbiamo né l’arroganza degli yuppie di ieri né la sfacciataggine dei ragazzi prodigio di oggi. Invece a me è sempre sembrata la generazione del “fare nonostante tutto”, nonostante mancassero l’appoggio e l’approvazione dall’alto, di cui alla fine ci si è resi conto non c’è bisogno, perché per dire la propria non serve chiedere il permesso a nessuno. Insomma la mia è una generazione di cui si riconosce la fibra sul lungo termine, come l’erbaccia che spacca il cemento, arrivando dove non era previsto e cambiando così lo status quo.”
"Ma tu abbracciala e ascoltala, anche se alcune volte è paranoica.
Abbi pazienza.
Amala.”
Mi vengono i brividi quando ti guardo. (via mivengonoibrividiquandotiguardo)
"Sono innamorata di lui, ma non ci sto assieme solo perché non ho alternative, come se non potessi trovare qualcun altro. Sto con lui perché lo scelgo ogni giorno quando mi sveglio, ogni giorno in cui litighiamo o ci mentiamo o ci deludiamo a vicenda. Lo scelgo continuamente, e lui sceglie me.”
— Allegiant, Veronica Roth
©